IL DISTRETTO 2080 PROMUOVE “FARE IMPRESA “ A RYLA DISTRETTUALE

E’ un grande onore, per la nostra associazione, la decisione del Distretto di adottare il nostro modello, di formazione e supporto a nuovi imprenditori “Ryla Fare Impresa”, come Ryla distrettuale dell’anno rotariano 2018-2019. Al CO.IN. ( Comitato d’intesa di Club di Roma ) riunito il 16 luglio scorso, Niccolò Di Raimondo, su delega del Governatore, ha presentato il Progetto “FARE IMPRESA”- RYLA DISTRETTO 2080, che ricalca il modello di seminario a potenziali startupper e la successiva incubazione delle start up “ early stage”, da noi progettato e implementato lo scorso anno rotariano, conclusosi con lo sviluppo e premiazione di 3 nuove start up.

Il 4 settembre scorso il Governatore ha scritto ai presidenti dei Rotary club del distretto “Grazie alla collaborazione con l’Associazione Virgilio 2080, costituita da  Rotariani, i partecipanti al Ryla potranno avere a disposizione, in un unico contesto spazio-temporale, numerosi e qualificati professionisti che forniranno delle consulenze preliminari di business in vari settori”. E aggiunge: “IL RYLA Distrettuale inizierà con una convention di 48 ore il 19 e 20 ottobre a Rieti a Villa Potenziani, dove si ospiteranno fino a 30 ragazzi, non necessariamente rotaractiani, con una età massima di 29 anni. Si concluderà a Roma il 7 maggio 2019, quando il Distretto premierà la miglior  start up sviluppata.”

Alla nostra Associazione il Distretto ha affidato l’impegnativo compito di individuare i contenuti e di erogare la formazione della Convention  di 48 ore del 19 e 20 ottobre, nonché di affiancare i giovani che concorreranno, implementando la loro idea imprenditoriale, alla premiazione del 7 maggio 2019.

Molto importante ci sembra la visione di ampio respiro che il governatore ha aggiunto con questo passo della sua citata lettera ai Presidenti:  “Nel contesto del RYLA le idee progettuali dei singoli potrebbero fondersi, divenendo progetti integrati più robusti, ipotizzando in certi casi la creazione di strutture societarie complesse con l’ingresso di investitori, business angels, e fondi di venture capital. In tal caso i partecipanti potrebbero beneficiare di ulteriori insegnamenti ed assistenza, al fine di regolare al meglio i rapporti tra founders.”

Il governatore auspica dunque che il seminario-Convention, grazie alla sua natura residenziale, possa addirittura assumere il carattere di un quasi forum, un crogiolo di imprenditorialità. In esso i docenti e tutor di Virgilio potranno esprimere al meglio il loro contributo formativo e, se nelle loro inclinazioni, considerare la possibilità di elevare il loro ruolo abbandonando quello di tutor e passando a quello di business angel. Ci sono infatti casi nei quali la start up necessita di integrare nel team, sin dai primi passi, un investitore terzo con quelle risorse e competenze senza le quali l’impresa non potrebbe prendere corpo.

In conclusione ci sembra che l’opportunità offerta, a Virgilio ed ai suoi soci da questa iniziativa del Distretto, schiuda orizzonti di crescita e sviluppo dell’Associazione. Trovare il modo migliore di coglierla è la sfida che ci si presenta nell’anno rotariano appena iniziato.

La Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.