Archivio mensile:Gennaio 2018

Imprenditori o dipendenti Luiss – Aidda e noi

DIPENDENTE O IMPRENDITORE? Scelta di un percorso professionale e di vita                                      è il titolo di un convegno organizzato dalla Università Luiss insieme alla AIDDA, la associazione delle donne imprenditrici e dirigenti d’azienda, che si terrà il 1° febbraio prossimo. Questo evento pone un quesito che, a causa dei cambiamenti in atto nelle produzioni e nei consumi, è nello spirito del tempo ( Zeitgeist ) di questo inizio di secolo. Lo stesso quesito noi proponiamo ai partecipanti del RYLA FARE IMPRESA, il programma che abbiamo avviato assieme ai Rotary club Roma Est e Roma Sud Est.
Decine di giovani parteciperanno al seminario iniziale del programma, che si terrà al Tecnopolo Tiburtino il 16 e 17 febbraio, e che ha lo scopo di fornire elementi utili per orientarsi in un mondo, quello del lavoro, diverso da quello nel quale la maggior parte dei partecipanti si trova, che è quello dello studio. Si concluderà proprio con la scelta, per quelli che decideranno di tentare un futuro imprenditoriale, di iscriversi alle fasi successive del programma, che sarà di formazione e tutoraggio per la creazione della loro start up.
Il convegno Luiss/Aidda stimola una riflessione sui fattori che possono motivare o far scartare la scelta imprenditoriale. In attesa di conoscere le argomentazioni che verranno proposte nel convegno, riteniamo opportuno spiegare perché il nostro programma si chiama RYLA. RYLA è un acronimo rotariano che significa Riconoscimento a giovani leader. E’ proprio a loro che è rivolto il nostro invito perché, parafrasando l’aforisma di Bernard Shaw sul golf, riteniamo che non sia necessario per tutti i leader diventare imprenditori, ma che non si possa riuscire, come imprenditori, senza essere un buon leader.
Il 16 febbraio il nostro seminario verrà aperto con la seguente frase di Primo Levi (copyright Edoardo Segantini ): Chi possiede il suo lavoro, chi sa trarne godimento, chi vi si riconosce, è un fortunato. Purtroppo, per la maggior parte della gente il lavoro è solo uno strumento, la loro vita è altrove. Il nostro primo obiettivo è che i partecipanti decidano di diventare imprenditori solo se hanno, almeno in potenza, le qualità per diventare un buon leader. Il secondo é che i nostri potenziali leader, partecipando al seminario, acquisiscano l’umiltà necessaria per poter, nel tempo, imparare tutte le altre qualità che fanno di un leader un imprenditore di successo.